INTERVISTA VIA BLOG – COS’E LA BODY MUSIC PER FAMIGLIE?

Da alcuni anni conosco Marta Noè e la sua infinita energia come musicista, donna e mamma.

Ci siamo incontrate durante il corso sulla Music Learning Theory di Edwin E. Gordon a Milano e negli anni successivi ci siamo sempre tenute d’occhio, scoprendo quali strade stavamo percorrendo dopo il corso insieme. Io mi sono specializzata in musicoterapia e nella body music, seguendo i miei sogni viaggiando per il mondo mentre lei ha costruito una meravigliosa comunità musicale intorno alla sua scuola di musica a Milano, MUSINDO’ – Musica e bambini (da settembre 2017 anche a Castano Primo).

Ebbene sì, Marta coordina due scuole, una famiglia e un blog.

 

E proprio i blog sono diventati una delle ultime nostre passioni: accomunate dalla voglia di condivisione, il blog è un mezzo estremamente utile per restare in contatto con il resto del mondo raccontando nuove storie ed esperienze e inoltre ci permette di esprimere sempre la nostra opinione. Che libertà! 🙂

Dopo alcuni anni di reciproci like su facebook e instagram, io e Marta abbiamo finalmente deciso di farlo: ci siamo incontrate!

E’ stato un fulmine a ciel sereno! Dopo tre ore di body music insieme, organizzate con il supporto dell’amica Irene Bongiorno e della NAM di Milano, è iniziato un lungo brain storming in macchina mentre Marta mi accompagnava in aeroporto.

E’ nato così MUSIC4FAMILY (un nuovo concetto di concerti per famiglie, dove genitori e figli vengono coinvolti dalla musica a 360°) tra scambi su messenger e audio su whatsapp, rincorrendoci per trovare il momento per fare una chiamata skype mentre Marta preparava un esame in conservatorio e io mi trasferivo per l’ennesima volta in una nuova casa qui a Londra (maledette case londinesi!). Stiamo organizzando nello stesso modo anche gli eventi che si realizzeranno tra Italia e Inghilterra. Nel frattempo leggiamo i nostri post sui relativi blog e seguiamo il percorso e lo sviluppo l’una dell’altra.

Abbiamo in programma anche un evento di BODY MUSIC PER FAMIGLIE che si svolgerà ad ottobre nel nuovo atelier di MUSINDO’ a Castano Primo.

 

Ecco perchè Marta ha pensato di realizzare questa intervista, per rendere chiari quali siano i principi e gli obbiettivi degli incontri per famiglie che organizzo e far conoscere un po’ più nel dettaglio le potenzialità della body music.

Ecco il link per trovare la prima parte dell’intervista.

http://www.musindo.it/body-music-per-famiglie/


BODY MUSIC PER FAMIGLIE – INTERVISTA A TIZIANA POZZO

Oggi Musindò ha intervistato per voi Tiziana Pozzo, specialista di Body Music!

Pianista e musicoterapista, da anni Tiziana collabora con istituzioni scolastiche e associazioni private (da asili nido ad università) attraverso la Body Percussion e il canto, in Italia e all’estero. Dal 2013 inizia il suo percorso come formatrice in workshop e seminari in Europa e Sudamerica. Vive e lavora a Londra, dove parallelamente continua il suo percorso di formazione, sull’educazione, la musicoterapia e l’improvvisazione musicale e teatrale.

Conosco Tiziana da anni, abbiamo seguito insieme un corso sulla Music Learning Theory a Milano nel 2012: frizzante, energica…una musicista strepitosa!

Quando l’ho incontrata  nuovamente mi sono innamorata dei suoi workshop di Body Music per bambini e famiglie, e non potevamo non farveli conoscere!

Ecco una breve intervista per scoprire qualcosa in più sulla Body Music!

Tiziana, ci spieghi cos’è la body music?

La body music è una disciplina artistica che coinvolge il corpo in maniera musicale a 360 gradi, attraverso il movimento, la percussione corporale e il canto.

Nata insieme all’uomo come primo strumento musicale (è infatti anche conosciuta come l’arte di percuotersi il corpo producendo diversi suoni e timbri), la body music è stato il primo tipo di accompagnamento ritmico durante le danze, i canti e i riti delle tribù

UN ESEMPIO È IL KECAK DI BALI

ma anche mezzo di comunicazione, come la Gumboot dance nata tra i minatori neri del Sud Africa

Troviamo le prime descrizioni della body music nei testi degli etnomusicologi del XIV secolo, ma è solo grazie all’americano Keith Terry che negli anni ’80 nascono i primi testi relativi alla musica corporea come la intendiamo oggi.

Attualmente la body music viene ampiamente utilizzata come strumento di performance da differenti gruppi musicali e di danza (Stomp, Barbatuques…), come tecnica educativa e terapeutica (soprattutto nella musicoterapia) e come mezzo per favorire la crescita di una comunità o di un gruppo di lavoro (come accade già da anni in Brasile attraverso le figure di Mendes, Barba e il gruppo Musica do Circulo).

La musica unisce grandi e piccoli e può diventare un mezzo di comunicazione. Ci parli di come negli incontri di Body Music Per Famiglie si favorisca l’interazione famigliare e la condivisione musicale? 

Come abbiamo detto il canto e la musica corporea accompagnano l’uomo fin dalle sue origini. Prima della scoperta degli strumenti musicali, l’uomo era solito scandire i momenti più importanti della sua vita con la musica, prodotta appunto dal corpo. L’interazione tra le persone appartenenti alla tribù durante i rituali raggiungeva livelli molto profondi, dovuto al fatto che la comunicazione in quei momenti avveniva attraverso il linguaggio musicale, capace di far vibrare le corde più interne del nostro essere. Inoltre la diversa disposizione del gruppo (a cerchio, doppio cerchio concentrico, coppia, file, righe) favoriva il contatto fisico aprendo ulteriori vie di scambio e comunicazione tra le persone.

I laboratori “Body music per famiglie” sono pensati per coinvolgere bambini e genitori allo stesso momento, senza distinzione d’età o livello musicale.

Le famiglie iniziano gradualmente a prendere confidenza con giochi ritmici, movimenti e canti provenienti da differenti culture del mondo, accompagnati dalla percussione corporale e dall’uso della voce. Obiettivo degli incontri è favorire l’apertura dell’ascolto e della comunicazione tra i partecipanti grazie alla musica, al movimento, al gioco e alla cooperazione. I bambini e i genitori verranno invitati a partecipare tra loro, a scambiarsi di coppia, ad usare la propria immaginazione e creatività, a giocare cantando e facendo musica senza l’uso di strumenti musicali.

Quali sono gli aspetti fondamentali su cui punta in un incontro di Body Music Per Famiglie?

Primo punto fondamentale è il rispetto dei tempi e dei ritmi dei più piccoli del gruppo: per me è molto importante che i bambini si sentano a loro agio, comprendano la situazione e non si sentano in dovere di agire o produrre dei suoni. Ritmo, movimento, silenzio e comunicazione non verbale fanno il resto. Le attività sono tutte pensate in cerchio o in piccoli gruppi (coppie, file…) in modo che le famiglie non si sentano sotto osservazione ma libere invece di muoversi, interagire e comunicare tra di loro attraverso il suono, il canto e i ritmi prodotti dalla percussione corporea.

Altro aspetto fondamentale per me è il riuscire a creare un atmosfera rilassante e leggera che sfruttando l’elemento ludico presente in ogni attività richiami sempre l’attenzione e la concentrazione di grandi e piccini. I giochi musicali sono infatti pensati per poter coinvolgere e divertire ogni persona della famiglia, dal bambino più giovane al papà più timido. A volte è una bella sfida!

Noi ti aspettiamo Domenica 15 Ottobre per il seminario di Body Music per famiglie in Atelier Musicale Musindò a Castano Primo (MI)non vediamo l’ora!
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: